CastelliToday

Le scuole di Albano diventano plastic free

L’Amministrazione Comunale, attraverso l’Assessorato alla Pubblica Istruzione e l’Assessorato ai Rifiuti, ha distribuito migliaia di borracce a tutti gli studenti e a tutte le studentesse delle scuole di ogni ordine e grado

La consegna delle borracce di alluminio nelle scuole

Per avere un mondo più "green" e "plastic-free" bisogna partire dalle giovani generazioni. Ecco che l'amministrazione comunale ha deciso di regalare a tutti gli studenti delle scuole comunali di ogni ordine e grado una borraccia di alluminio, un piccolo gesto di sostenibilità ambientale.

 “L’installazione delle fontane leggere negli Istituti Scolastici del nostro territorio (ne sono state installate 4, nei prossimi mesi si installeranno le altre) e la consegna delle borracce sono un segno tangibile che vuole suggerire agli studenti e alle studentesse l’importanza di fare propria una prospettiva rispettosa dell’ambiente", spiegano Luca Andreassi  Consigliere Comunale Delegato ai Rifiuti  e Alessandra Zeppieri, l’Assessora alla Pubblica Istruzione.

"Diffondere la sostenibilità ambientale è una sfida complessa ma ormai prioritaria e non più eludibile. È necessario educare i nostri giovani cittadini e le loro famiglie a mettere in atto piccoli e grandi accorgimenti quotidiani concreti che avranno importanti risvolti a lungo termine. Iniziando dalle scuole quasi 10 anni fa siamo diventati uno dei comuni più virtuosi in Italia nella gestione dei rifiuti. Dalle scuole oggi lanciamo una altrettanto forte campagna di sensibilizzazione volta alla riduzione dei rifiuti, in particolare la plastica, prodotti".

La polemica di Fratelli D'Italia: "Le borracce non sono a norma"

In periodo di campagna elettorale, anche un'iniziativa lodevole e di educazione ambientale non si sottrae alle polemiche.

Federica Nobilio, esponente di Fratelli D'Italia, ha sollevato dubbi sulla regolarità delle borracce consegnate agli studenti: "Il Comune di Albano ha distribuito nelle scuole primarie delle borracce per sostuire la plastica. Una bellissima iniziativa che condividiamo in piena nel suo principio, ma che lascia qualche perplessità. Molte famiglie hanno riscontrato delle anomalie sia dell'Integrità dei materiali interni sia nelle caratteristiche tecniche che non sembrano corrispondere a quelle descritte nella scheda pubblicata sul sito istituzionale. Siccome sulla salute dei bambini non si scherza con Marco Moresco e l'Associazione di Pavona per la difesa della salute ci siamo recati alla USL per chiedere degli accertamenti", scrive sui social network.

Luca Andreassi: "Le borracce sono certificate"

"Le borracce che abbiamo distribuito sono certificate, naturalmente. E abbiamo pubblicato la certificazione qualche giorno fa - scrive il delegato ai rifiuti Andreassi in risposta alle polemiche sollevate sulla qualità delle borracce - Trattandosi di bambini, insieme ad Alessandra Zeppieri abbiamo comunque tenuto in considerazione con estrema attenzione tutte le segnalazioni che ci sono pervenute. Per questo abbiamo personalmente controllato moltissime borracce a campione non trovando alcuna difformità, graffi o altro.
Non abbiamo, dunque, motivo di ritenere che una borraccia esattamente uguale a quella che viene venduta nei negozi specializzati possa essere in qualche modo nociva".

"Ribadisco che non è termica e quindi non adatta a contenere liquidi caldi se non per un periodo di tempo limitato (due ore a 70°C) e che vanno rispettati gli elementari principi di uso contenuti all'interno nel foglio istruzioni. In questa ottica, tanto per essere chiaro, i miei figli la stanno utilizzando. Ringrazio per la grande attenzione che state prestando nei confronti delle borracce. Condivido con voi che l'attenzione alla salute in generale e nello specifico nei confronti dei figli sia fondamentale. Ci avete dato modo di approfondire e di controllare noi stessi che effettivamente non ci fosse nulla di diverso da quanto certificato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 i

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Roma, dove ha colpito di più il Coronavirus? Ecco la mappa dei contagi nei municipi

  • Terremoto Roma: nella notte scossa di magnitudo 3, epicentro ad est della Capitale

  • Coronavirus: a Roma 39 nuovi contagiati, 4031 casi totali nel Lazio da inizio epidemia

  • Coronavirus, a Roma 45 nuovi contagiati: 3600 casi nel Lazio da inizio epidemia. "In continua crescita i guariti"

  • Coronavirus, 36 nuovi contagiati a Roma: 3186 gli attuali positivi nel Lazio. Trend per la prima volta è al 3%

Torna su
RomaToday è in caricamento