CastelliToday

Al convento dei Cappuccini di Albano un leccio per Fra Rufino

L’Associazione San Francesco Insieme per la Pace con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale ha reso omaggio alla memoria del famoso Fra Rufino, uno dei Frati Cappuccini più popolari di tutti i Castelli Romani

Il leccio piantato in ricordo di Fra Ruffino

Se solo alcune settimane fa uno degli alberi simbolo del Convento dei Cappuccini di Albano era stato abbattutto dalla furia del maltempo, trova ora posto nell'atrio del convento un nuovo leccio in onore di Fra Rufino, uno dei frati più famosi dei Castelli Romani.

Fra Rufino frate guaritore

L’Associazione San Francesco Insieme per la Pace con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale ha voluto rendere omaggio a questo personaggio storico e mitico allo stesso tempo: venuto ad Albano Laziale fra il 1906 e il 1907, si impose all’attenzione dei superiori per l’attaccamento all’austerità della vita monastica. Ha partecipato alla Prima Guerra Mondiale come infermiere al fronte per cui fu insignito della Medaglia d’Oro al Valor Militare.

La sua opera, intrisa di umanità, non cessò finita la guerra ma si tramutò in una continua attività di donatore di sangue, per la quale meritò la Medaglia d’Oro. Molti sono i beneficiati da Fra Rufino, la cui fama di guaritore, in particolar modo “dentista”, si è diffusa in tutto il Lazio e oltre. 

Il Sindaco: "Fra Rufino interprete dello spirito dei Frati Cappuccini"

"Questa iniziativa rispecchia la missione dell’associazione, farsi portavoce dei valori francescani. In questo caso, attraverso la figura di Fra Rufino, abbiamo parlato di fratellanza e accoglienza - ha commentato la Presidente dell’Associazione San Francesco Insieme per la Pace, Maura Iacobelli - Su questi temi siamo impegnati quotidianamente: nelle scuole, nelle famiglie in difficoltà e con i senza tetto indipendentemente dalla religione, dalla fede politica e dal colore della pelle".

Presente alla manifestazione il Sindaco Nicola Marini che ha concluso: "In questi quattro secoli la presenza dei Cappuccini è stata sempre discreta, ma costante e vigile nei confronti della comunità, un punto di riferimento spirituale. Fra Rufino ha mostrato sempre affetto e attenzione nei confronti della popolazione locale. Si fece interprete dello spirito di servizio e carità proprio dei Frati Cappuccini". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Alberi, Raggi convoca gli stati generali: "Servono decisioni coraggiose"

  • Cronaca

    Arresto Gallagher e Traffik, i trapper rispondono su instagram: "Dichiarazioni infamanti"

  • Politica

    Mussolini ed il Ventennio fanno ritorno a Palazzo Venezia: il blitz di Azione Frontale

  • Cronaca

    Incendio sulla Prenestina: camion Ama carico di rifiuti in fiamme

I più letti della settimana

  • Presidente cinese a Roma: dal 21 marzo strade chiuse e una doppia 'green zone'

  • Barberini: la scala mobile si accartoccia, scene di panico. Chiusa la stazione. Il racconto di un testimone

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • In 30mila a Roma per la Marcia per il clima: sabato 23 marzo strade chiuse e bus deviati

  • Tragedia a Largo Preneste: è morto Umberto Ranieri. Chi lo ha colpito con un pugno? Il punto sulle indagini

  • "No a perquisizioni razziste sul bus": il cartello sulle pensiline Atac contro le forze dell'ordine

Torna su
RomaToday è in caricamento