menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Castelli Today

Albano e Velletri diventano città di “riusatori”

Le città di Albano Laziale e di Velletri hanno pubblicato un bando per la selezione di candidati per un percorso formativo che li porti ad essere certificati come "riusatori" o "riutilizzatori"

Entrare nel virtuosismo dell'economia circolare, diminuire i rifiuti e dare nuova vita a prodotti che altrimenti finirebbero in discarica: si inserisce in questa ottica il bando pubblicato dai comuni di Albano e Velletri per la selezione di candidati per un percorso formativo che li porti ad essere certificati come “riusatori” o “riutilizzatori”. 

Il percorso formativo, completamente gratuito, è sostenuto dalla Città Metropolitana di Roma Capitale ed organizzato da Occhio del Riciclone e WWF. Tra coloro che presenteranno la domanda, saranno selezionati 14 aspiranti “riusatori” ad Albano e 14 a Velletri che poi potranno accedere alla Rete provinciale dei Barattatori – Riutilizzatori - Riprogettatori promossa dalla Città Metropolitana di Roma Capitale. 

Ogni intervento formativo consterà di due parti, una teorica e una pratica. La parte teorica si sviluppa in due moduli per 64 ore complessive. Il primo modulo, che consiste in 36 ore di formazione frontale, è volto a fornire ai soggetti in formazione gli elementi base per lo start-up di impresa operante nel campo del riuso e dell’usato. A questo proposito si forniranno informazioni di carattere generale e introduttivo sul settore del riuso, dell’usato e sulla gestione dei rifiuti, sulle forme di finanziamento ad imprese operanti nel settore e delle procedure di accesso a tali fondi, con focus più specifici sugli aspetti fiscali, contabili, professionali e di comunicazione e marketing di questo settore.

Il secondo modulo attiene i temi e le procedure per la gestione delle categorie merceologiche più rilevanti nel flusso di beni intercettati per il riutilizzo per un totale di 28 ore. Oltre alle attività teoriche ogni soggetto in formazione dovrà realizzare attività pratiche, per almeno 8 ore, tra quelle che verranno proposte.

“Nella gerarchia europea delle opzioni di gestione dei rifiuti – commenta il consigliere comunale Luca Andreassi – si colloca la preparazione al riutilizzo che ricopre quindi una posizione privilegiata rispetto al riciclaggio ed alle altre forme di recupero. Questo al fine di rendere gli operatori della gestione dei rifiuti consapevoli rispetto alla possibilità di ridurre il flusso dei rifiuti, in quanto la selezione, pulizia e riparazione di prodotti destinati al riutilizzo consente che questi prodotti vengano utilizzati da altri soggetti". 

"Il bando da oggi in pubblicazione presso il nostro Comune – continua Andreassi – rappresenta il primo passo di creazione di competenze per giungere all’obiettivo finale che è la costituzione di un centro di riuso comunale, strumento fondamentale al fine di prolungare il ciclo di vita di un bene. Mi auguro che ci sia una grande partecipazione a questa iniziativa”.
 

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Meteo a Roma, forte vento sulla Capitale: allerta della Protezione Civile

    • Incidenti stradali

      Incidente in via Appia, motociclista contro auto: morto decapitato

    • Cronaca

      Omicidio a Prati: gestore di una vineria ucciso da un tassista

    • Cronaca

      Sciopero a Roma, il 31 maggio metro e bus a rischio

    Torna su