CastelliToday

Albano: Luca Andreassi pronto a candidarsi sindaco nel 2020

Con un post su Facebook Luca Andreassi si dice pronto a candidarsi sindaco nelle prossime elezioni amministrative della primavera del 2020 e si mette a disposizione del suo partito il PD

Luca Andreassi consigliere comunale del Partito Democratico

In questo agosto di piena attività politica vista la crisi di governo in atto, anche la politica locale non va in vacanza e scalda i motori in vista delle elezioni amministrative della primavera del 2020. Tra i comuni dei Castelli Romani ci sarà anche Albano che dovrà scegliere il nuovo sindaco dopo dieci anni di amministrazione targata Partito Democratico con il sindaco Nicola Marini.

A fare un passo avanti come possibile inquilino di Palazzo Savelli e potenziale candidato del Partito Democratico c'è il consigliere comunale Luca Andreassi, "mister raccolta differenziata" che in questi dieci anni ha portato avanti un ambizioso piano di gestione virtuosa dei rifiuti portando la cittadina albanense a livelli record di rifiuti differenziati. Con un provocatorio post su facebook Andreassi si è messo a disposizione per una candidatura a sindaco.

Il post su Facebook: "In clima di grandi manovre elettorali io ci sono!"

"Ho dato la mia disponibilità ad esserci. L’ho data al mio partito. Ma, soprattutto, l’ho data a voi - scrive Luca Andreassi sulla sua pagina social -  L’ho data in barba a qualsiasi strategia o tattica che consiglierebbe di tacere, stare nascosto, attendere. Aspettare che gli altri si brucino. Ma non sarei io. Per questo vado avanti. Sapete quello che ho fatto in questi anni. Sapete esattamente cosa farei".

"Io ci sono. Ed a chi, anche cari amici, mi consiglia di far pesare un mio eventuale passo indietro, per ottenere in cambio qualche altro ruolo politico voglio che sia chiaro un concetto.
 Non scambierò Albano con nulla. Non c’è nulla che valga Albano. E se dovesse andare male? Se la logica della politica andasse in altre direzioni? Se si andasse nella direzione in cui pochi decidono nel chiuso di una stanzetta anziché ascoltare il popolo del centrosinistra? Non succederà nulla. Io non prendo stipendi dalla politica, mai presi. Faccio il mestiere più bello del mondo. Cosa volete che succeda? Nulla. E poi, si sa, le vie della politica sono infinite. Io ci sono. E ci sarò".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento