CastelliToday

Albano: dopo Superpope arriva Papa Francesco contro l'inquinamento

Lo street artist Maupal torna in scena con un progetto che vede nuovamente protagonista il Papa. Illustrato come un uomo umile e pronto a dare il buon esempio, l’opera murale vuole essere un omaggio per la visita del Santo Padre ad Albano prevista per il 21 settembre

Exemplum Omnibus il murales dedicato a Papa Francesco (Foto di Daniele Lacaprara)

Dopo Papa Francesco in versione supereroe, giocatore di tris con i simboli della pace e pronto a lanciare un salvagente, arriva il murales di Papa Francesco operaio che con un tergivetro riporta il sole e il cielo azzurro in un mondo inquinato e grigio.

“Exemplum Omnibus” è il titolo della nuova opera dello street artist Mauro Pallotta, in arte Maupal, che prende ispirazione dal concetto “Imparare a guardare alla biodiversità, per prendercene cura” espresso nell’enciclica di Papa Francesco “Laudato Sì”. Lo stesso contenuto risuona con particolare forza nel documento preparatorio per il Sinodo che nell’ottobre del 2019 sarà dedicato all’Amazzonia, definita "un polmone del pianeta e uno dei luoghi in cui si trova la maggior biodiversità nel mondo".

Il murales, il primo ad avere il beneplacito della Diocesi e quindi a non essere cancellato, è stato realizzato ad Albano di fronte alla Cattedrale di San Pancrazio e accoglierà proprio Papa Francesco nella sua visita pastorale di Papa Francesco.

Il progetto del murales nato davanti a un calice di vino

A raccontarci come è nato il murales dedicato a Papa Francesco è l'ideatrice del progetto, Francesca Moroni, titolare della nota enoteca Io Vino: "Questo progetto di riqualificazione urbanistica nasce da un mio incontro fortuito con Maupal durante una cena in vigna nelle campagne lanuvine in cui abbiamo dialogato delle sue opere e dei suoi murales istantanei dedicati al Santo Padre. Il caso ha voluto che pochi giorni dopo questo incontro è stata annunciata la visita di Papa Francesco ad Albano e ho subito pensato che Maupal potesse dare un suo contributo per riqualificare la nostra città e il triste muro spoglio davanti alla Cattedrale si prestava benissimo per un suo intervento artistico. Ho subito trovato il sostegno dell'amministrazione comunale con il consigliere comunale Massimiliano Borelli e il sindaco Nicola Marini. Con il supporto economico e l'entusiasmo degli altri commercianti di Albano siamo arrivati alla realizzazione del murales dedicato a Papa Francesco, il primo ad avere l'autorizzazione della diocesi".

Un murales che lancia un messaggio: "Proteggiamo la nostra Terra"

Stefano Aufieri, curatore della realizzazione del murales, ha lavorato a tempo di record per portare a termine l'opera e ha voluto puntare su un tema universale e di grande attualità: la tutela dell'ambiente.

"Ho dovuto prima elaborare una bozza preliminare che potesse trovare un primo assenso e quando questa iniziava a destare curiosità dar vita a un progetto reale - ci spiega Stefano Aufieri - Questo di Albano è il primo murales a livello globale a essere approvato dalla Santa Sede ed è un progetto portato a compimento quasi miracolosamente visto che è stato ideato e realizzato in un mese".

"Volevo un murales che fosse legato all'attualità con un tema universale che non potesse trovare strumentalizzazioni politiche. Ho trovato quindi la mia ispirazione nell'Earth Day che ha sposato l'Agenda Onu 2020 in cui è centrale la tutela dell'ambiente e ovviamente non potevo non tener conto dell'Enciclica Laudato Sii, il vero manifesto del pontificato di Papa Francesco dove si parla della tutela del creato. Il nostro murales vuole lanciare un messaggio e un monito: stiamo distruggendo la nostra terra, proteggiamola. L'opera può piacere o no, l'importante è il messaggio".

L'artista Maupal: "Regalerò a Papa Francesco una maglia della salute"

Maurizio Pallotta, alia Maupal, rappresenta spessissimo il Santo Padre nelle sue opere e, come ci spiega, è per lui esempio di positività: "E' vero Papa Francesco mi ispira in modo particolare. IO interpreto la street art per dare un messaggio e cerco di puntare sui personaggi in vista e mi rivolgo di solito ai capi di stato. Il Papa lo reputo un potente illuminato, uno dei pochi di questa epoca.  Non realizzo opere di protesta, ma sottolineo la positività. Con il mio lavoro di Albano, da street artist ho voluto usare la sciabola e non il fioretto per affrontare uno dei temi del momento, quello dei cambiamenti climatici. Ho dipinto un mondo grigio dove il Papa si lancia come un lavavetri di un grattacielo per pulisce il grigiore, riportando l'azzurro e anche il bene perché spunta il sole".

Maurizio Pallotta incontrerà Papa Francesco e gli farà un dono molto particolare: "Sono estramamente emozionato nell'incontrare il Santo Padre, anche se è la seconda volta e invece di regalargli nuovamente una mia opera, gli porterò in dono una cosa utile e semplice per sottolineare la sua umiltà e semplicità: gli regalerò una cannottiera della salute perché deve mantenersi in forma e star bene".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Incidente a Romanina: scontro tra auto, morta una mamma. Grave la figlia

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • Manifestazione dei pensionati e sit-in dei pendolari: sabato attese oltre 20mila persone a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento