CastelliToday

Pavona: la stazione diventa un grande murales artistico

A Pavona si sta realizzando uno dei progetti di "Arte in Stazione e Città a colori" promosso da Rete Ferroviaria Italiana che punta a recuperare attraverso dei murales l'ambiente urbano e sociale che ruota intorno alle stazione

Uno dei murales della stazione di Pavona

I viaggiatori che quotidianamente prendono il treno a Pavona avranno visto che la stazione si sta colorando e sta riprendendo vita grazie a dei murales artistici che stanno comparendo sui muri delle strutture della sala d'attesa, del sottopasso, dei locali di servizio.

Il cappellaio matto di Alice, il cubo di Rubik, la savano, un bosco, un  joker colorato: sono solo alcuni dei dipinti realizzati grazie al progetto ideato dall'associazione "NSA Roma nord" in collaborazione con Rete Ferroviaria Italiana,  “Arte in Stazione e Città a colori” che punta a recuperare attraverso dei murales, non solo il tessuto urbano, ma anche il senso civico e il rispetto per i beni comuni a cominciare dalla stazione, che viene spesso presa di mira dai vandali.

A Pavona la stazione è stata uno dei primi edifici, costruito nel 1902 ed è quotidianamente crocevia di studenti e lavoratori. Uno dei punti di riferimenti del nucleo abitato che è diviso amministrativamente tra quattro comuni.

Grande partecipazione da parte della cittadinanza per la riqualificazione colorata della stazione a cui hanno partecipato tanti volontari che hanno ripulito le scritte e riparato gli intonaci, i bambini della scuola Gramsci hanno colorato i muretti attraverso forme geometriche, i ragazzi più grandi si sono cimentati con dei murales con l’iscrizione “Pavona”.

Importante anche il supporto del Comitato di quartiere Pavona Uno che insieme agli scout CNGEI e all’associazione Liberamente onlus, è  riuscitoa ripulire la stazione e a coinvolgere l’intera comunità.

Tra gli artisti urbani che hanno realizzato i murales principali sugli edifici ferroviari si segnalano: Krayon, che attraverso dei pixel ha raffigurato degli animali sull’ex spogliatoio del tronco lavori, Alessandra Carloni, che ha dipinto una nave che fluttua tra le nuvole, salpando dalla stazione di Pavona alla ricerca del riscatto. E ancora

Diego Poggioni, che ha popolato il sottopasso di supereroi, dall’Uomo Ragno a Batman e infine Thomas per aver reinterpretato il concetto orientale dello yin e dello yang, tramite una rappresentazione colorata a accattivante di gioia e tristezza.  L'inaugurazione ufficiale della galleria urbana di Pavona è fissata il 25 maggio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento