CastelliToday

Aldo Onorati 80 anni tra la poesia dei Castelli Romani e Dante

Nativo di Albano Laziale, è cittadino onorario in quasi tutti i comuni castellani. Le sue opere di narrativa (ventisei romanzi) quasi tutte ambientate nei paesi in riva ai due laghi

Lo scrittore Aldo Onorati

Aldo Onorati, scrittore, giornalista, poeta e autore di ventisei opere di narrativa e oltre trenta saggi, noto nel mondo per narrare nei suoi romanzi le bellezze dei Castelli Romani è arrivato alla soglia degli 80 anni compiuti lo scorso 11 agosto, compleanno festeggiato con gli auguri giunti da tutta Italia.

I Castelli Romani fonte di ispirazione lettararia

Nato ad Albano Laziale nei Castelli Romaninel 1939, proprio il territorio a sud della Capitale sarà fonte di ispirazione per la sua nutrita mole di pubblicazioni, tanto che dal 2005 è stato nominato ambasciatore della cultura dei Castelli Romani nel mondo. Il professor Onorati, è stato nominato cittadino onorario pressoché in tutti, in meritato ossequio alla nota citazione dello scrittore Domenico Rea che di Aldo ebbe a dire, non senza ragioni, “è egli stesso un Castello Romano: un Castello Romano vivente”.

La passione per Dante e gli studi sul Sommo Poeta

Aldo Onorati è tra i più attivi conoscitori e studiosi della Divina Commedia. Collaboratore della Società Dante Alighieri per la quale sta curando da circa due anni un interessante e seguito ciclo di lezioni on line su YouTube chiamato Le pillole della Dante che vedranno prossimamente on line una nuova serie di riflessioni sulle figure femminili presenti nell’opera del Sommo Poeta.

Nel 1965 la prima lectura Dantis a Parigi, poi numerose intuizioni e studi tra i quali l’ultimo, Dante e gli omosessuali nella Divina Commedia tra Inferno e Paradiso edito dalla Società Editrice Dante Alighieri che lo portarono a polemizzare con il senatore a vita Giulio Andreotti.

Il titolo di Cavaliere e le collaborazioni di eccellenza

Fregiato del cavalierato nel 1989 dall’allora Capo dello Stato, Francesco Cossiga, Onorati è biografo e del servo di Dio, Zaccaria Negroni che fu tra i fondatori di Azione Cattolica, già senatore della Repubblica e primo sindaco di Marino dopo la Liberazione dall’occupazione nazifascista per il quale è in corso la causa di canonizzazione.

Numerosi gli incontri e le collaborazioni illustri del professor Onorati: dal suo maestro Carlo Levi,a Pier Paolo Pasolini e Alberto Moravia, da Elio Pecora a Dario Bellezza, fino a Piero e Alberto Angela con i quali intrattiene un’amicizia tuttora molto frequentata.

Tra i più antichi collaboratori dell’editore Armando Armando, nei primi anni Duemila ha intensificato sodalizi illustrissimi con nomi quali tra gli altri: il grande italianista Giorgio Bàrberi Squarotti, il critico Walter Mauro, lo storico archivista lgbt, Massimo Consoli e il giornalista del Corriere della Sera, Antonio Debenedetti che lo seguirono nella coraggiosa avventura di editore puro che nel 2005 ha intrapreso, insieme al figlio Luca, alla guida dell’editrice indipendente Anemone Purpurea.

 

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento