Arrestato l'ex direttore della Asl RmH Luciano Mingiacchi

Stamane a Viterbo è stato arrestato l'ex direttore della Asl Rmh, quella dei Castelli Romani. L'accusa è di aver intascato tangenti nel campo della sanità

Francesca Ragno 15 settembre 2010
7

L'ex direttore generale della Asl Roma H quella che comprende la zona dei Castelli romani e del litorale a sud della Capitale, Luciano Mingiacchi, è stato arrestato questa mattina dai carabinieri di Viterbo per corruzione aggravata per un atto contrario ai doveri del proprio ufficio.

L'arresto, disposto dal gip di Viterbo, si inserisce nell'indagine che lo scorso luglio ha portato in manette Patrizia Sanna, dirigente del servizio informatico della stessa Asl accusata, come un altro dirigente di Viterbo, di corruzione nell'affidamento alla società viterbese Isa, in una procedura negoziata, di molti appalti di fornitura e servizi nel settore informatico da parte dell'Azienda sanitaria.

Le responsabilità di Mingiacchi sono emerse dall'esame dei documenti sequestrati presso la Isa e, secondo gli inquirenti, l'ex direttore avrebbe intascato 5 mila euro al mese dal 2005 al febbraio 2009 versati dalla stessa Sanna per aver favorito la società viterbese nell'ottenimere, a procedura negoziata, incarichi per milioni di euro inoltre dalle indagini risulta che i favori verso la società viterbese di informatica si sarebbero verificati non solo a Viterbo, ma anche nella Asl RMH e nella Capitale.

Annuncio promozionale

L'ex manager castellano è ora richiuso presso il carcere di Velletri a disposizione dell'autorità giudiziara.

arresti
sanità
tangenti

7 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di paolo

    paolo certo è che se fosse

    coinvolto anche il nipote negli affari dello zio.......forse anche

    altri parenti hanno appoggiato le operazioni!!!!!!!! sono soldi

    nostri!!!!!!!! dei nostri malati!!!!!!!! ma non si vergognano??????????

    magari si reputano brave persone!!!!!!!!!

    il 16 settembre del 2010
  • Avatar anonimo di Giorgio

    Giorgio mah!! mi sembra molto strano!! per 5mila euro al mese?? a fronte di appalti di milioni di euroo?? poi pagati con rate mensile rintracciabili????? ma stiamo scherzando mi sembra proprio una stronzata di qualche magistrato!

    il 16 settembre del 2010
    • Avatar anonimo di Er_Monnezza

      Er_Monnezza :)non direi proprio.... prova a fà 5 mila ar mese da n società e vedi nnpò quanto fà...:-))

      e poi mika te pareno poki 5 mila a lui, 5 a signora già ar gabbio, 5 ar nipote, ...

      gli altri nomi aspettemo ke eskino fori... :-))

      il 16 settembre del 2010
  • Avatar anonimo di Sergio Stella

    Sergio Stella 5.000 euro....davvero da sxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxti.

    il 15 settembre del 2010
    • Avatar anonimo di paolo

      paolo certo è che se fosse coinvolto anche il nipote negli affari dello zio.......forse anche altri parenti hanno appoggiato le operazioni!!!!!!!! sono soldi nostri!!!!!!!! dei nostri malati!!!!!!!! ma non si vergognano?????????? magari si reputano brave persone!!!!!!!!!

      il 16 settembre del 2010
      • Avatar anonimo di CITTADINO IN CAZZATO

        CITTADINO IN CAZZATO state tranquilli che in galera ci rimangono solo i fessi, PER CASO PENSATE CHE TANZI, LO TENGONO DENTRO?..  MA QUANDO MAI,  FIGURIAMOCI QUESTO

        il 26 settembre del 2010
        • Avatar anonimo di CITTADINO IN CAZZATO

          CITTADINO IN CAZZATO poggiolini di lorenzo del turco craxi,,,,,...    dovrei scrivere fino a stanotte per elencare tutti quelli che hanno derubato noi poveri cittadini che la mattina ci alziamo per 35  oppure 40 euro al giorno! naturalmente non penserete che qualcuno di questi ladri si fa la galera e quando vengono fermati,gli chiedono anche lautografo serviti e riveriti, perche chi ruba tanto,  e' rispettato tanti poveri giovani finiti dentro per 20 euro con fedina penale sporcata e vita rovinata,,  mannnndattefaffffanxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx1

          il 26 settembre del 2010