CastelliToday

Rocca di Papa: due gli sfidanti per le primarie del PD, Mauro Fei e Silvia Sciamplicotti

Il prossimo 20 marzo i cittadini di Rocca di Papa che si sono iscritti all'albo degli elettori delle primarie sceglieranno tra Mauro Fei e Silvia Sciamplicotti chi sarà il candidato sindaco

Il manifesto delle primarie del PD di Rocca di Papa

Il dado è tratto, a contendersi la candidatura a sindaco del Partito Democratico di Rocca di Papa nelle primarie del prossimo 20 marzo saranno i due assessori: Mauro Fei e Silvia Marika Sciamplicotti. Hanno rinunciato alla candidatura gli altri due amministratori Roberto Sellati e Maurizio Querini, a cui è andato in ogni caso il ringraziamento della segretaria del PD locale.

Il sindaco uscente Pasquale Boccia ha voluto indirizzare ai due sfidanti un personale messaggio di buona campagna elettorale: "A Rocca di Papa lo svolgimento delle primarie in via sperimentale con il nuovo regolamento e l'albo degli elettori sta dando esiti ed esempi più che positivi. Dopo aver registrato oltre duemila iscritti all'Albo, ieri il circolo locale ha raccolto le candidature ufficiali di due assessori, due espressioni del Partito democratico diverse ma che provengono da uno stesso percorso".

"Voglio fare ancora i miei complimenti a tutto il partito ed in particolare alla segretaria Raffaella Taggi, sempre vulcanica e ben determinata, e alla simpatica garante della direzione provinciale Serena Gara, che ha seguito le operazioni - scrive Boccia sul suo profilo Facebook -  Ai due candidati, Silvia Sciamplicotti e Mauro Fei, due mie spalle per ben dieci anni, voglio dare un forte abbraccio, con l'invito a continuare ad andare avanti sempre con entusiasmo e senso di responsabilità, che sarà determinante una volta individuato il candidato del centrosinistra".

Il primo cittadino ricorda la sua partecipazione alle primarie dieci anni fa: "Anche io fui espressione delle primarie, e subito dopo il responso si iniziò a lavorare e a porre le basi per un lavoro condiviso. Le primarie, che tanto sfacelo hanno portato in molti comuni e città italiane, sono un esercizio di democrazia partecipata per persone serie e intelligenti, due qualità che nel nostro circolo non mancano di certo".

"Ci tengo a ringraziare infine i due che hanno rinunciato, Maurizio Querini e Roberto Sellati, che hanno dimostrato di anteporre alle proprie legittime aspirazione il bisogno di fare sintesi per il bene di tutto il partito, così come tutto il direttivo e i volontari del comitato dei garanti. C'è tanto da fare, dunque, buon lavoro a tutti", conclude il primo cittadino.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Due anni di giunta Raggi: le pagelle degli assessori

  • Incidenti stradali

    Incidente a Castel Porziano: cade dallo scooter e finisce travolto da un'auto, morto 36enne

  • Cronaca

    La truffa del finto parlamentare: così tre romani hanno rubato 20.000 euro a padre e figlio

  • Politica

    River, il Campidoglio se ne lava le mani e distrugge le casette. I rom: "Trattati come animali"

I più letti della settimana

  • Schianto sul lungotevere, due morti. Perde la vita lo chef stellato Alessandro Narducci

  • Cassia bis: si getta dal ponte e finisce su furgone in corsa, morta una donna

  • Tragedia sulla via del Mare: auto si scontra con moto e si ribalta, un morto ed tre feriti gravi

  • Droga ed estorsioni col metodo mafioso, così "Zio Franco" controllava la zona di Montespaccato

  • I romani e il trasporto pubblico: viva la metro, ma diminuiamo le attese

  • Prenestina: provoca incidente, ferisce due bimbe e scappa a piedi. Rintracciato pirata della strada

Torna su
RomaToday è in caricamento