CastelliToday

Troppe buche sulle strade, stop al passaggio della Granfondo Campagnolo nei Castelli Romani

A poche ore dalla partenza il percorso della gara ciclistica dimezza il percorso: alcuni comuni dei Castelli Romani vietano il transito ai ciclisti della Granfondo Campagnolo

Foto di repertorio della Granfondo Campagnolo

A poche ore dalla partenza una delle più importanti gare ciclistiche della Capitale e della sua provincia: l'organizzazione della Granfondo Campagnolo è stata costretta a dimezzare il suo percorso da oltre 120 km ad apprena 65, per il divieto di transito della gara predisposto da alcuni comuni dei Castelli Romani per ragioni di sicurezza o per eventi concomitanti.

Il divieto di transito è stato predisposto dai comuni di Monte Porzio Catone, Grottaferrata per la concomitanza di altri eventi e il Comune di Castel Gandolfo dove il dissesto del manto stradale non garantiva la sicurezza per il passaggio dei ciclisti.

Il comunicato dell'organizzazione della gara

"Per una serie di criticità non risolvibili emerse nelle ultime ore legate al diniego di attraversare un comune oggetto del percorso di gara, comunicateci solo all’ultimo momento, ci troviamo costretti, a malincuore, a rivedere il percorso della Granfondo, che si svolgerà su una distanza ridotta di 65 km", si legge nel comunicato dell'organizzazione della gara ciclistica tra le più note a livello internazionale.

"A nulla sono valsi, purtroppo, i tentativi fatti per trovare in tutti i modi un’alternativa valida, poiché le soluzioni proposteci non garantivano gli standard di sicurezza, per noi fondamentali per lo svolgimento della manifestazione. Il tardivo invio di questa comunicazione è dovuto al fatto che abbiamo lavorato fino all’ultimo per evitare tutto questo.

E’ stata per noi una decisione difficilissima perché era tutto pronto per questa ottava edizione, cui abbiamo lavorato con passione e impegno, e con noi centinaia di persone. Ci teniamo a precisare che l'azienda Campagnolo, che ringraziamo per il supporto, è title sponsor dell'evento, ma non è responsabile dell'organizzazione.

Stiamo comunque facendo gli ultimi tentativi per cercare di sbloccare la situazione, anche se siamo consapevoli che sarà difficile. Possiamo ben immaginare quanta delusione la cosa possa causare in ciascuno di voi, per questo riconosceremo a tutti gli iscritti alla Granfondo il rimborso della differenza fra la quota del percorso lungo e quella del percorso ridotto.

Noi e le centinaia di volontari saremo comunque domenica ai Fori Imperiali, lungo il percorso e poi al Circo Massimo: aiutateci a dimostrare al territorio che Granfondo Campagnolo Roma è una risorsa preziosa, un momento di festa del ciclismo e soprattutto che pedalare a Roma si può! Vi aspettiamo!"

Il Comune di Castel Gandolfo: "Divieto di transito predisposto dalla Città Metropolitana"

"In queste ore, dopo la decisione da parte dell'organizzazione di rivedere il percorso della gara ciclistica che ogni anno si tiene tra Roma e i Castelli Romani, stanno circolando sulla stampa diverse versioni che indicano come anche il nostro Comune di Castel Gandolfo sia tra quelli responsabili del mancato passaggio della Granfondo nel territorio castellano - si legge in una nota di stampa del Comune di Castel Gandolfo -  Una decisione arrivata a poche ore dal via della gara, ma che non ha nulla a vedere con una volontà dell'Amministrazione Comunale o del nostro Corpo di Polizia Locale".

"Il diniego al passaggio dei ciclisti partecipanti alla Granfondo Campagnolo, per quanto concerne il territorio di Castel Gandolfo, è arrivato dalla Città Metropolitana di Roma Capitale la quale ha in gestione la SP 297, corrispondente a via Gramsci e via Panoramica, su cui sarebbe dovuta passare la gara ciclistica. E la decisione della Città Metropolitana è legata alle condizioni non sicure della strada".

"Il nostro Corpo di Polizia Locale - precisa la Sindaca Milvia Monachesi - ha lavorato dal mese di luglio scorso a stretto contatto con gli organizzatori e fino al pomeriggio di venerdì ha cercato, in una giusta ottica di collaborazione, di trovare soluzioni alternative. Mi dispiace apprendere invece dalla stampa che qualcuno dica che sia per volontà della Città di Castel Gandolfo che la Granfondo domani non possa attraversare i Castelli Romani. Mentre ci teniamo che venga fatta chiarezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Roma Fiumicino: è una 20enne di Ostia la vittima

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

Torna su
RomaToday è in caricamento