CastelliToday

Nemi: inaugurata la sezione ANPI dedicata ad Andrea Gismondi

Inaugurata ufficialmente la Sezione ANPI di Nemi intitolata ad Andrea Gismondi, cittadino di Nemi e patriota della Resistenza. Molte le testimonianze del periodoto della dittatura e della guerra

L'inaugurazione della sezione Anpi di Nemi

Inaugurata ufficialmente a Nemi la sezione locale dell'ANPI, l'associazione nazionale dei partigiani, intitolata al ricordo di Andrea Gismondi, cittadino di Nemi e patriota della Resistenza. Le attività della sezione ANPI di Nemi sono state presentate in un partecipato evento presso la Sala dei piccoli comuni, avviando un progetto di tutela e valorizzazione della Memoria e dei valori dell'antifascismo e di difesa della Costituzione.

Il ricordo della Resistenza nei Castelli Romani

Durante l'incontro non sono mancati i momenti di commozione per le testimonianze dirette, in particolare il contributo di Angelo Middei che ha riportato alla memoria gli anni drammatici del ventennio fascista vissuti a Nemi.

Prezioso è stato il contributo della Vicepresidente Provinciale Marina Pierlorenzi che ha ripercorso tappe importanti della Resistenza nell'area metropolitana di Roma, che fu caratterizzata dalla varietà di riferimenti ideologici cui facevano capo i gruppi che la animarono: monarchici, azionisti, socialisti, comunisti, militari ed altre formazioni minori antifasciste che avevano in comune, ieri come oggi, i valori fondanti della nostra Repubblica. 

Ricerca storica della Resistenza a Nemi e progetti con le scuole

Tra i primi impegni della sezione Anpi di Nemi - come illustrato dal Presidente Vairo Canterani - c'è quello di una accurata ricostruzione della Resistenza Partigiana di Nemi,  attraverso un percorso di ricerca e raccolta di tutte le testimonianze e dei numerosi documenti storici, che culminerà con la realizzazione di una pubblicazione.

Altrettanto importante è il progetto che coinvolgerà le scuole elementari e medie, già avviato con successo ad Albano e che si rivolge alle nuove generazioni che dovranno conoscere e farsi portatrici, esse stesse, della memoria della Resistenza, della Liberazione, della Ricostruzione del Paese e la scrittura e l’applicazione della Costituzione. 

Molteplici saranno i progetti che animeranno le attività dell’Associazione e spazieranno dai gruppi di ricerca e scrittura della Storia, corsi di formazione, visite nei luoghi simbolo e itinerari della storia del ’900, nei campi di sterminio e concentramento, musei. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

Torna su
RomaToday è in caricamento