CastelliToday

Ariccia: il Ponte necessita di interventi urgenti per la sicurezza

In una conferenza stampa svoltesi ieri il sindaco di Ariccia Emilio Cianfanelli ha illustrato i risultati degli studi sul ponte monumentale: sono necessari interventi urgenti di messa in sicurezza

In una conferenza stampa svoltesi nella giornata di ieri il sindaco di Ariccia Emilio Cianfanelli ha illustrato i risultati dell'incontro svoltosi tra l'Anas e i consulenti che hanno curato le rilevazioni di staticità e dinamicità sul Ponte Monumentale lo scorso 25 marzo presso il Ministero delle Infrastrutture.

Quello che era un sospetto dell'amministrazione comunale che a seguito di alcuni crolli succedutisi al sisma abruzzese aveva interdetto la circolazione pesante sul Ponte si è confermata una realtà: la struttura non ha una staticità sismica adeguata alle norme vigenti ed è necessaria una manutenziosne straordinaria, come illustrato dal Professor Radogna che ha sconsigliato la riapertura al traffico pesante.

"Come sindaco ho la diretta responsabilità della sicurezza di Ariccia e come amministratore devo fornire una informazione corretta e chiara" ha detto il sindaco di Ariccia,illustrando i risultati condotti dal Professor Petrangeli che ha rilevato come il ponte non è in grado di sostenere non tanto il peso del traffico veicolare quanto le vibrazioni generate dalla velocità per via di successivi crolli e riparazioni succedutesi tra il 1944 e il 1967.

Per questi motivi non sarà possibile riaprire il ponte al transito dei mezzi pesanti sopra le 3,5 tonnellate e verrà controllato tramite l'installazione di telecamere il rispetto dei limiti di peso e della velocità che sarà posto a 30 km/h.

Oltre agli interventi sul Ponte Monumentale saranno necessari anche interventi straordinari per la messa in sicurezza dei tragitti alternativi riservati ai mezzi pesanti che circolano attualmente  su via del Pometo, via Appia Antica e via Vallericcia, per il manto stradale e la sicurezza dei percorsi dei pedoni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di alberto Pinelli
    alberto Pinelli

    Ok, il ponte non è sicuro, non è antisismico ma: 1. ho visto che si è in procinto di costruire un'acensore utilizzano il ponte come struttura portante o sbaglio 2. niente mezzi pesanti sul ponte ma il totale del peso degli autoveicoli transitanti in un giorno, per non parlare dei festivi, a quanti bus corrisponde? per caso si vuole tutelare il centro storico di Ariccia che il sindaco ha tanto voluto? e allora chiudetelo, fatene una bellissima pasegiata panoramica pedonale e le auto facessero il tragitto previsto ora per i bus.

  • Il ponte e' pericolante, ma quando nel week end si riempie dei cosiddetti "fraschettari" che ci parcheggiano sopra... mica e' pericoloso! Vergogna!

    • Avatar anonimo di Fra Ra
      Fra Ra

      da più di un anno sul ponte e vietata la sosta quindi niente fraschettare che ci parcheggiano sopra

      • ci parcheggiano, domenica c'erano macchine parcheggiate sul ponte "pericolante"

Notizie di oggi

  • Politica

    Alberi, Raggi convoca gli stati generali: "Servono decisioni coraggiose"

  • Cronaca

    Arresto Gallagher e Traffik, i trapper rispondono su instagram: "Dichiarazioni infamanti"

  • Politica

    Mussolini ed il Ventennio fanno ritorno a Palazzo Venezia: il blitz di Azione Frontale

  • Cronaca

    Incendio sulla Prenestina: camion Ama carico di rifiuti in fiamme

I più letti della settimana

  • Presidente cinese a Roma: dal 21 marzo strade chiuse e una doppia 'green zone'

  • Barberini: la scala mobile si accartoccia, scene di panico. Chiusa la stazione. Il racconto di un testimone

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • In 30mila a Roma per la Marcia per il clima: sabato 23 marzo strade chiuse e bus deviati

  • Tragedia a Largo Preneste: è morto Umberto Ranieri. Chi lo ha colpito con un pugno? Il punto sulle indagini

  • "No a perquisizioni razziste sul bus": il cartello sulle pensiline Atac contro le forze dell'ordine

Torna su
RomaToday è in caricamento