CastelliToday

Ariccia: Marina Liberati vince il premio di poesia “L’Attimo nelle Parole dell’Anima”

Si è tenuta lo scorso sabato 25 luglio la premiazione del premio nazionale di poesia “L’Attimo nelle Parole dell’Anima” vinto dall'ariccina Marina Liberati

Il premio "L'Attimo nelle Parole dell'Anima" (Foto da Facebook)

Si è tenuta sabato scorso 25 luglio presso la Casa delle associazioni di Ariccia la premiazione del premio nazionale di poesia “L’Attimo nelle Parole dell’Anima”, organizzato dalla radio web Milano15Music. Ad aggiudicarsi il primo posto la poetessa ariccina Marina Liberati, che ha conquistato il pubblico radiofonico per tutte le quindici puntate che hanno caratterizzato la competizione poetica, giunta alla terza edizione.

Marina Liberati ha ricevuto la sua targa di vincitrice del patron dell'iniziativa e ha dedicato a chi l'ha scelta parole emozionanti e toccanti che ha pubblicato sui social network: "Mi affido alla lettura di queste poche righe per esprimere il mio ringraziamento a chi ha voluto che io fossi premiata per la mia poesia. Mi rendo perfettamente conto come la poesia, nei nostri tempi attuali, possa sembrare obsoleta, superata, tant’è che oggi come oggi la poesia può uscire dal suo isolamento di espressione creativa, vittima di pregiudizi, salvandosi da sola, mostrando come essa sola sia in grado di svelare le emozioni più profonde che albergano nell’animo umano".

"Io ho da sempre affidato ai miei versi questo compito: svelare i moti profondi della mia anima inquieta, trasognante e disperata al contempo e ho fatto di questo mezzo espressivo il mio laboratorio di oreficeria dell’animo, dal quale traggo piccoli lavori, cesellati dalla speranza, dal dolore e dalla passione; tutti strumenti, questi, che si agitano e lavorano ininterrottamente in me".

"Le mie poesie sono espressioni dell’immediatezza, frutto del tocco fugace di un verso che riesce a sfuggire, a salvarsi dal bollore e dalla macina di un cuore che tende a sgretolare, sgranocchiare, polverizzare i sentimenti, i ricordi e le prove tortuose della mia esistenza con velocità inaspettata. La mia poesia è la mia persona; essa sono io. Ringrazio tutti quindi, perché con la loro scelta hanno valorizzato i miei sentimenti dandogli un senso compiuto, il senso che trova nella poesia uno strumento di crescita condiviso. Un grazie a Luca Maselli che s’è scomodato a venire, da Milano, in questo luogo bellissimo, Ariccia, pieno di significati, ma anche di problemi. Grazie a voi tutti !!"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

  • Ecco il Salario Center: a Roma nord un nuovo centro commerciale

Torna su
RomaToday è in caricamento