CastelliToday

Frascati, un residente denuncia: "Il centro storico è ostaggio della movida"

Un residente del centro storico chiede di tutelare il borgo seicentesco dalla movida notturna e chiede un impegno ai candidati sindaco di affrontare il problema

Una veduta di Frascati

Il nostro bel centro storico è ostaggio della movida: è questo la sconfortante presa d'atto di un cittadino residente a Frascati che ha inviato una lettera al nostro giornale per chiedere che ci sia attenzione non solo per i residenti del borgo frascatano, ma soprattuto per tutelare bellezze storiche e architettoniche.

"Anno dopo anno, la superfetazione di ritrovi notturni ha deturpato, forse irreparabilmente, la città di Frascati: un borgo seicentesco prezioso e fragile, consegnatosi ad una condizione di assoluto degrado in ragione di scelte economiche miopi,avallate ed incoraggiate nel tempo, è bene ricordarlo, da forze politiche alla ricerca del più volgare consenso di parte", si legge nella lettera del lettore.

Purtroppo la poca cura della pulizia urbana e del decoro urbano sono le debolezze del centro storico di Frascati: "Si osservino le condizioni in cui versano le nostre splendide piazze cittadine, insozzate e ridotte alla mortificante condizione di mangiatoie; ci si concentri sulla indecente quantità di sporcizia che ogni giorno sommerge le vie del centro, rendendole più simili a quelle di uno slum che non a quelle di un gioiello rinascimentale. E ci si soffermi, aspetto più importante, sul livello della qualità della vita in cui versano i cittadini".

"Vi invito a chieder conto della situazione a chiunque risieda per le vie del borgo; ognuno degli oltre cinquemila residenti del centro storico vi risponderà che questa situazione, prodottasi in anni di amministrazioni cieche (o, peggio, conniventi) ed in barba a forze dell'ordine di fatto assenti, è ormai totalmente fuori controllo, schiamazzi notturni, microcriminalità ed orde di avventori che, reiteratamente, ogni notte, trasformano le nostre vite in un autentico inferno".

Ovviamente la lettera non si ferma a una semplice critica, ma propone alcune possibili soluzioni per migliorare la qualità della vita dei residenti del centro-storico di Frascati: il ripristino della chiusura dei locali notturni entro le 24,00 durante la settimana e non oltre l'una di notte nei week end; un reale inasprimento  delle sanzioni, da comminare a quanti non dovessero attenersi al rispetto degli orari di cui sopra;  un'opera di verifica, stringente e puntuale, delle condizioni igenico-sanitarie, burocratiche e di sicurezza dei locali pubblici cittadini, attraverso l'azione degli organi preposti al controllo - ASL, SIAE e Carabinieri in primis; una rinnovata ed assai più severa politica di concessione degli spazi esterni, anche attraverso un sostanziale aumento, per gli esercenti, dei costi relativi l' assegnazione dei lotti di suolo pubblico.

Infine viene lanciato un appello ai candidati sindaco a interessarsi del problema centro storico: "Non un singolo candidato Sindaco si è ancora mai espresso sul tema, né una riga a tal proposito è (ancora?) apparsa sui programmi delle varie forze politiche della città".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Dario Britti
    Dario Britti

    Grazie per aver dato spazio alla mia lettera aperta. Spero davvero che possa produrre una qualche reazione nei cittadini, ed invito chiunque - comitati locali o singoli residenti del centro storico di Frascati - a contattarmi per provare a far valere, insieme, le nostre ragioni. Un' ultima considerazione: ho inviato la stessa lettera a tutti i candidati sindaci in corsa per le elezioni di giugno; spiace rilevare che, ad oggi, ancora nessun candidato si sia degnato di rispondere. Cordiali saluti, Dario Britti.

Notizie di oggi

  • Politica

    Due anni di giunta Raggi: le pagelle degli assessori

  • Incidenti stradali

    Incidente a Castel Porziano: cade dallo scooter e finisce travolto da un'auto, morto 36enne

  • Cronaca

    La truffa del finto parlamentare: così tre romani hanno rubato 20.000 euro a padre e figlio

  • Politica

    River, il Campidoglio se ne lava le mani e distrugge le casette. I rom: "Trattati come animali"

I più letti della settimana

  • Schianto sul lungotevere, due morti. Perde la vita lo chef stellato Alessandro Narducci

  • Cassia bis: si getta dal ponte e finisce su furgone in corsa, morta una donna

  • Tragedia sulla via del Mare: auto si scontra con moto e si ribalta, un morto ed tre feriti gravi

  • Droga ed estorsioni col metodo mafioso, così "Zio Franco" controllava la zona di Montespaccato

  • I romani e il trasporto pubblico: viva la metro, ma diminuiamo le attese

  • Prenestina: provoca incidente, ferisce due bimbe e scappa a piedi. Rintracciato pirata della strada

Torna su
RomaToday è in caricamento