CastelliToday

Da Caravaggio al Giappone: l'Infiorata di Genzano in tutto il suo splendore

Quest'anno in occasione del Giubileo della Misericordia doppia Infiorata a Genzano: due strade infiorate, Via Bruno Buozzi e Via Italo Belardi. Tanti i temi toccati nei quadri infiorata dalla tragedia dei migranti alle relazioni diplomatiche con il Giappone

Veduta dall'alto dell'Infiorata 2016 su Via Italo Belardi

Tutti pazzi per l'Infiorata di Genzano che per questa edizione 2016 ha raddoppiato: sono ben due le strade addobbate dai suggestivi tappeti floreali, Via Bruno Buozzi che ospita i quadri realizzati dagli studenti delle scuole genzanesi e la tradizionale via Italo Belardi.

La doppia Infiorata celebra il Giubileo straordinario della Misericordia e il  tema di quest’anno, "Con e per gli altri. Riconciliazione, perdono, amore e pace", progettato dalla Maestra infioratrice Anna Pucci è stato  sviluppato dai maestri infioratori di Genzano su via Italo Belardi (la storica via Livia) e dai ragazzi delle scuole del laboratorio “Fiori&colori”, con i giovani della “Bottega dell’Infiorata” e con la partecipazione straordinaria dei bambini delle scuole materne su via Bruno Buozzi (già via Sforza).

Sono 34 in totale le opere infiorate che coprono ad arte una superficie di 3mila metri quadrati e sono legate tra loro da una struttura d’insieme ripresa ed elaborata dall’acquarello di Johann Anton Rambaux del 1821 in cui la fontana di San Sebastiano del Bracci adornata a festa rappresenta il fulcro e l’elemento di unione.

Le opere su via Italo Belardi sono 16 con l’opera di apertura che riprodurrà il logo del Giubileo di Rupnik e l’opera dell’artista ospite Maix Mayer, media artist,  borsista dell’Accademia tedesca di Roma “Villa Massimo”. Su via Bruno Buozzi, invece, ci sono 18 opere , tra cui un’opera di apertura con la Madonna della Misericordia di Rupnik e una di chiusura con il logo del Giubileo dello stesso autore.

In una sorta di lungo racconto per immagini tanti i temi toccati dai tappeti infiorati: la tragedia dei migranti con il ricordo della morte del piccolo Aylan simbolo dei bambini che fuggono dalla guerra, un omaggio ai 70 anni della Repubblica, ma anche ai 150 anni delle relazioni tra Italia e Giappone, per passare alle rivisitazioni dei dipinti del Caravaggio e ai temi strettamente religiosi.

Da quest'anno poi l'Infiorata è anche interattiva: tutti i visitatori potranno, inoltre, raccontare l'Infiorata usando l'hashtag #InfiorataG16 e pubblicando foto e post su Facebook, Twitter e Instagram. I migliori saranno scelti per un grande racconto digitale che sarà pubblicato sui siti di Visit Lazio, Parco dei Castelli Romani, Life Go Park e Comune di Genzano di Roma. 

Oggi pomeriggio alle ore 19 il consueto "spallamento" con centinaia di bambini che correranno sui tappeti infiorati dando appuntamento al prossimo anno per le celebrazioni del Corpus Domini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Omicidio al Nuovo Salario: 43enne ucciso in strada a colpi di pistola

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Smog: blocco del traffico a Roma, stop tre giorni ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
RomaToday è in caricamento