CastelliToday

Grottaferrata: assegnati al comune due beni sequestrati alla mafia

Una villa e un ex ristorante, confiscati alla mafia, tornano in possesso del comune di Grottaferrata che utilizzerà gli spazi per i servizi sociali

L’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata lo scorso 30 ottobre ha deliberato la concessione di due strutture al comune di Grottaferrata: si tratta di una Villa in Via del fico e del complesso della Bazzica che potranno essere utilizzate per i servizi sociali.

Il Sindaco Mori, commentando questa strategica acquisizione, ha sottolineato “l’impegno dell’amministrazione di continuare nell’opera di consolidamento dello spirito di comunità qualificando sempre meglio i servizi sociali e quelli culturali e contemporaneamente realizzando opere infrastrutturali idonee a rendere sempre più accogliente, moderno e solidale il nostro comune.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Viabilità: le strade chiuse per sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre

  • Omicidio Luca Sacchi, 5 misure cautelari. Nello zaino di Anastasia 70mila euro per 15 chili di droga

  • Nubifragio a Roma, città allagata dopo due ore di pioggia: sotto accusa il piano foglie che non c'è

  • Grande Raccordo Criminale: "Li dobbiamo massacrare", le riscossioni della batteria di picchiatori

Torna su
RomaToday è in caricamento