CastelliToday

Grottaferrata, primo Comune in Italia abilitato al rilascio della Carta di Identità Elettronica

A partire da ieri, 6 luglio 2016, Grottaferrata è ufficialmente il primo Comune italiano a rilasciare la Carta d’Identità Elettronica. E' possibile richiedere il documento presso l’Ufficio Anagrafe

La Carta d'identità elettronica

Tra i 199 Comuni ai quali il Ministero dell’Interno aveva dato l’input di attrezzarsi per iniziare ad emettere la nuova carta d'identità elettronica, il Comune di Grottaferrata è il primo in Italia abilitato all’emissione della nuova tessera in policarbonato che ha le dimensioni di una carta di credito.

Nella città criptense dei Castelli Romani tutto è partito in linea con le tempistiche previste dal Viminale: il 20 giugno scorso i tecnici hanno installato le apparecchiature e ora, dopo la necessaria formazione ed un breve periodo di sperimentazione, è possibile accettare le richieste per la nuova carta, già dalla giornata di ieri mercoledì 6 luglio.

 La tessera  è dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip in cui saranno registrate le impronte digitali e la foto in grado di garantire un'elevata resistenza alla contraffazione. Come già accade dal 2015, potrà essere specificato il proprio consenso alla donazione degli organi. In futuro, si potrà utilizzare anche per pagare multe, bollette, bolli auto e ticket sanitari, oltre che come documento di viaggio nei Paesi UE e nei Paesi con cui l’Italia ha siglato accordi in merito.

I citadini di Grottaferrata che volessero richiederla dovranno portare all'anagrafe una foto formato tessera ed il vecchio documento di identità da riconsegnare. La stampa ed il rilascio sono a carico del Poligrafico dello Stato che, a scelta del Cittadino, viene recapitato entro 3/6 giorni lavorativi al domicilio del richiedente o presso la sede comunale. La nuova CIE ha una validità di dieci anni, con scadenza il giorno del compleanno del titolare.

 L'unico forse punto dolente della nuova carta d'identità elettronica che adegua l'Italia agli altri paesi europei è il costo: la prima emissione, o per scadenza del documento precedente, prevede un costo di 22,20 euro. In caso di smarrimento, furto o deterioramento, occorrerà invece pagare 27,37 euro.

I dati sensibili sono protetti tramite un microprocessore a radio frequenza, necessario anche per l’autenticazione in rete al fine di fruire dei servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni e per l’acquisizione di identità digitali sul Sistema Pubblico di Identità Digitale il cosiddetto SPID.  Si rircorda per chi volesse ricevere maggiori informazioni che gli uffici anagrafe del comune di Grottaferrata sono aperti al pubblicodal lunedì al venerdì, ore 8.30 – 12.00; e il martedì e giovedì anche dalle ore 15.00 – 17.00.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

Torna su
RomaToday è in caricamento