CastelliToday

Marino: presunte costruzioni abusive vicino all'antico circo romano di Boville

Una serie di costruzioni erette negli ultimi 3 anni hanno compromesso l'area archeologica di Frattocchie. Sul caso sono in corso accertamenti giudiziari. Gli Ambientalisti Pro Boville chiedono che sulla vicenda sia fatta chiarezza

Le costruzioni che coprono la visuale sui reperti archeologici (Foto Ambientalisti Pro Boville)

L'antico Circo romano di Bovillae, a Frattocchie, frazione del comune di Marino, era uno dei sei stadi di Roma, con una capienza di 8000 spettatori, era dedicato all'imperatore Augusto e alla sua stirpe, la "Gens Julia", di cui Enea era il mitico capostipite. Un ordine di sacerdoti officiava i giochi e celebrava i riti religiosi.

Gli archi del Circo, detti "Carceres" poiché contenevano i carri in partenza del sito archeologico marinese, sono gli unici rimasti dell'intero mondo romano antico. Purtroppo il paesaggio intorno ai reperti è stato compromesso tre anni fa con la costruzione di alcuni edifici che hanno di fatto nascosto le arcate e i mosaici di pregio e hanno compromesso irrimediabilmente tutta l'area.

Sulle autorizzazioni rilasciate dall'Ufficio Urbanistica del Comune di Marino e sui mancati controlli della Soprintendenza per i Beni Archeologici sono in corso indagini giudiziarie ed è iniziata ieri l'udienza preliminare presso la Procura di Velletri sulle presunte irregolarità edilizie con cui si deciderà se rinviare a giudizio i soggetti coinvolti nelle indagini.

"Il sito archeologico più importante di Marino, e di importanza internazionale, è stato trasformato in un 'archeo-mostro', cioè in un’accozzaglia di costruzioni tutte intorno agli archi, che sono i punti di partenza del Circo, rendendolo irriconoscibile e non più visibile - è il commento del movimento Ambientalisti Pro Boville - Spetterà ai Giudici trovare con coraggio la via per ripristinare la legge e per tutelare il sito archeologico. La tutela del patrimonio archeologico e paesistico di Marino attende risposte dalle aule di giustizia di Velletri".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Tor Vergata muore un 35enne: non aveva patologie pregresse

Torna su
RomaToday è in caricamento