CastelliToday

Velletri: morto il partigiano Giuliano Aureli

E' scomparso improvvisamento il partigiano e presidente dell'Anpi di Velletri Giuliano Aureli, cordoglio da parte del mondo politico veliterno

Il Partigiano Giuliano Aureli (Foto da Facebook Giovani Democratici Velletri)

Si è spento stamane dopo una lunga malattia, il partigiano Giuliano Aureli presidente dell'Anpi di Velletri e memoria storica della Resistenza dei Castelli Romani. Tanti i messaggi di cordoglio giunti dal mondo politico veliterno

Il sindaco Orlando Pocci: "Condoglianze alla famiglia e all'ANPI di Velletri"

"La scomparsa improvvisa di Giuliano Aureli, Medaglia d’Oro della Liberazione, addolora tutta la Città di Velletri. La sua passione è stata un faro sulla memoria degli anni terribili della guerra. Migliaia di ragazze e ragazzi hanno conosciuto il suo impegno di giovane Partigiano, per loro si è speso fino all’ultimo. Condoglianze alla famiglia e alla sezione ANPI Velletri della quale Giuliano era amatissimo presidente. Ciao Giuliano e che la terra ti sia lieve." è il messaggio del sindaco di Velletri Orlando Pocci.

Il cordoglio del Partito Democratico di Velletri

"Partecipiamo al dolore della nostra città per la scomparsa del compagno partigiano Giuliano Aureli, presidente dell'Anpi di Velletri e medaglia d'oro della Liberazione. Una perdita immensa per la nostra comunità, continueremo a difendere la memoria e i valori di libertà e antifascismo che trasmetteva soprattutto ai più giovani con le sue coraggiose battaglie quotidiane", si legge sul profilo facebook del circolo veliterno.

I Giovani democratici: "Ciao Giuliano, chi ha compagni non muore mai"

"Ci hai fatto entrare nella tua casa e ci hai raccontato la tua vita. E tu sei entrato nel nostro cuore. Ci hai presi per mano e ci hai accompagnato lungo il percorso della storia, fino alla Liberazione e alla tua foto sul carro che passava festoso per Roma. Mai banale, a volte spigoloso, muovevi le critiche che ritenevi necessarie, ma eri sempre al nostro fianco. Sempre lì a dirci che il futuro è il nostro e che dobbiamo prendercelo. A dirci che la libertà va conquistata ogni giorno, per essere liberi tutta la vita. Ed è a te e ai compagni che dobbiamo la Libertà".

"Eri e rimarrai un simbolo della Resistenza, la Resistenza che ci hai raccontato e tramandato. La Resistenza fatta anche dalle donne, come ci tenevi ogni volta a ribadire, con la tua Adriana al tuo fianco. Sarà difficile continuare senza di te, ma continuerai ad essere per noi un punto di riferimento, e continueremo a tramandare la tua voce. La tua voce, che continuerà a sommarsi alla nostra quando intoneremo Bella Ciao. Ciao Giuliano, chi ha compagni non muore mai", è il ricordo dei Giovani Democratici di Velletri.

Il consigliere regionale Daniele Ognibene: "Ricordo di Giuliano la capacità di emozionarsi"

"Ci ha lascito Giuliano Aureli, partigiano, militante autentico di una sinistra che oggi non c’è più. Fra i momenti passati insieme ce n’è uno in particolare - scrive su Facebook il consigliere regionale Daniele Ognibene -  Da segretario della sinistra giovanile lo invitai ad un congresso per un suo intervento; uno dei tanti che poi avrebbe fatto in giro per scuole e università. Ci raccontò i suoi vent’anni e le sue esperienze come staffetta partigiana, creando un’empatia totale con quei giovani che lui tanto amava. Al termine del suo discorso gli conferimmo la presidenza onoraria della nostra organizzazione, iscrivendolo alla sinistra giovanile. Ricordo le lacrime di Giuliano, il suo orgoglio, la sua capacità di emozionarsi, come a vent’anni, quando: 'oltre il ponte ch'è in mano nemica
vedevam l'altra riva, la vita tutto il bene del mondo oltre il ponte. Tutto il male avevamo di fronte tutto il bene avevamo nel cuore a vent'anni la vita è oltre il ponte oltre il fuoco comincia l'amore'".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento