CastelliToday

Comune di Albano e Asl Rmh per un nuovo modello di servizi socio-sanitari

E' stato presentato la scorsa settimana il nuovo gruppo di lavoro "Area Funzionale della fragilità Sociali e Sanitarie" della Asl Rmh con lo scopo di programmare innovativi modelli di intervento nell'ambito dell'assistenza sociale e sanitaria

Il direttore generale della ASL Rmh D'Alba e l'assessore Cassabgi

Ha preso il via la scorsa settimana il gruppo di lavoro misto tra amministrazione comunale di Albano e Asl Rmh per arrivare all'istituzione di un'apposita area funzionale delle "fragilità sociali e sanitarie”, con lo scopo di programmare innovativi modelli di intervento nell’ambito dei servizi assistenziali e sanitari, messi a dura prova dalla crisi economica e dai tagli.

La nuova area funzionale dell'Asl Rmh metterà finalmente in rete tutte le risorse esistenti e operanti sul territorio, sia sociali che sanitarie, sia formali che informali, per garantire il diritto ad una presa in carico globale dei nostri concittadini in  condizioni di indigenza e fragilità  offrendo servizi efficienti, efficaci, equi ed economicamente sostenibili, con il coinvolgimento della principale ricchezza del territorio rappresentato dal mondo del volontariato, dell’associazionismo e delle cooperative sociali.

Nel gruppo di lavoro, oltre che i responsabili della sanità territoriale, in rappresentanza degli enti locali e del Comune di Albano Laziale parteciperà anche l'Assessore alle politiche Sociali  Fauzi Cassabgi, che in questi anni ha avviato diversi progetti di assistenza sociale. Con l'attivazione dell'Area delle Fragilità Sociali e Sanitarie,  si avrà una cabina di regia unitaria per progettare,  programmare e monitorare gli interventi assistenziali sul territorio e non coinvolgerà solamente il comune di Albano, ma si estenderà sul vasto territorio dell'Asl Rmh.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Primo passo per questo nuovo modello di servizi sociali sul territorio è stata la presentazione in conferenza stampa di un’articolata analisi dell’attuale stato di crisi del settore che ha rafforzatola necessità di una più stretta futura collaborazione tra gli Enti Locali, la ASL,  la Regione Lazio, il Terzo Settore, per un’integrazione dei servizi sul territorio per la presa in carico dei cittadini in condizioni di fragilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

  • Omicidio a Marconi: colpito da una coltellata, morto 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento