CastelliToday

Marino: Festa delle Associazioni saltata, l'assessora Tiberi precisa

Con riferimento alla mancata concessione del partenariato alla 2^ Festa delle Associazioni promossa dal Coordinamento ViviMarino, pur formalizzando le scuse con i proponenti, l'assessora alla cultura Paola Tiberi ha inviato una nota di stampa con le sue precisazioni

L'assessora alla cultura Paola Tiberi

Domenica scorsa doveva svolgersi nel centro storico di Marino la seconda edizione della Festa delle associazioni del coordinamento ViviMarino. La mancanza delle necessarie autorizzazioni ha portato gli organizzatori ad annullare l'evento.

L'assessora alla cultura Paola Tiberi ha voluto precisare quali sono stati gli impedimenti burocratici che non hanno permesso lo svolgimento della manifestazione.

"In mancanza di un regolamento ad hoc relativamente al partenariato - spiega l'assessora-   per quanto attiene ai termini di presentazione della richiesta, fa fede quanto previsto dalla legge sul procedimento amministrativo quindi trenta giorni, al fine di permettere agli uffici di poter predisporre gli atti. Nel merito si precisa che l’istituto del partenariato presuppone che sia l’Amministrazione ad attivarsi nell’organizzazione di un evento e lo faccia avvalendosi della collaborazione di un partner privato"

"Essendo stata protocollata la richiesta da parte di ViviMarino in data 3 luglio 2017, l’ufficio avrebbe dovuto respingere la domanda, invitando a protocollare nuovamente nel rispetto del dettato normativo, anche tramutando, per il principio di conservazione degli atti, nella più corretta fattispecie del patrocinio"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In ogni caso, la concessione del partenariato come del patrocinio, così come viene ribadito in ogni atto deliberativo adottato finora, non sostituisce eventuali autorizzazioni, concessioni o nulla osta richiesti per la realizzazione della manifestazione e che le responsabilità derivanti dal rispetto di quanto prescritto dalle vigenti norme, in particolare in materia di pubblica sicurezza e incolumità, sono a carico del proponente. Agli atti del comune, non risulta alcuna richiesta da parte dei proponenti del coordinamento ViviMarino di autorizzazione per piccole manifestazioni, la cosiddetta Scia per intrattenimento musicale da fare sul Portale Impresa in un giorno e da presentarsi almeno 20 giorni prima dell’evento, alla quale andavano allegate le autocertificazioni relative all’art. 80 del TULPS, al corretto montaggio dell’impianto elettrico e quella relativa all’impatto acustico. Da ultima, ma non meno importante, la Scia per somministrazione temporanea, dal momento che il programma prevedeva una cena presso il giardino di Borgo Garibaldi, completa di notifica sanitaria e dei relativi bonifici (Diritti SUAP e ASL) nonché le ricevute dei pagamenti TARSU. In mancanza di concessione di partenariato, che da diritto solo all’esenzione del pagamento del suolo pubblico (TOSAP) ove la richiesta fosse stata presentata, nei termini sopra indicati, l’ufficio competente avrebbe provveduto a rilasciare l’autorizzazione e la manifestazione avrebbe potuto tenersi ugualmente. In ultimo per quanto attiene ad un corretto utilizzo del logo del Comune di Marino, esso va utilizzato solo in presenza di avvenuta concessione di patrocinio o partenariato a seguito di delibera assunta dalla Giunta Comunale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento